Al prossimo crop circle manca solo il grano


“Guardi , lasci perdere , prima di tutto non credo a queste cose, ma non vorrei mai che a qualcuno venisse la brillante idea di venirmi a distruggere un campo di grano magari anche solo per confutare la sua ipotesi.”
I contadini per certi versi non sono piu’ quelli di una volta , hanno studiato, sanno parlare ed essere convincenti anche senza prendere in mano il forcone.
Guardate che non è mica la prima volta che qualcuno tenta di attirare un contatto con entita’ sconosciute. Ci hanno gia’ provato esperti ufologi e ricercatori di frontiera.
Se date un occhiata al suo libro “Alieni : un incontro annunciato” l’esperto in materia Roberto Pinotti racconta di un esperimento organizzato dal CUN (centro ufologico nazionale) e svoltosi nel 1974 in un podere isolato dell’ appennino toscoemiliano.
Visualizzando una grande quantita’ di fotografie scattate in tutto il mondo a presunti UFO ed ascoltando molte testimonianze su oggetti volanti non meglio identificati, pareva di avere individuato un simbolo che li accumunava, e che si intravedeva a volte su alcune astronavi . Era un emblema che assomigliava ad una H . I ricercatori del Cun pensarono di replicare quel simbolo e poi stare a vedere che succedeva , fecero nel terreno uno scavo con la suddetta sagoma e la riempirono di candele poi accese. La profondita’ dello scavo proteggeva le candele dal vento e da lontano la fonte luminosa appariva omogenea.
L’ esperimento fu’ effettuato nei mesi di aprile, maggio e giugno, vi parteciparono 25 persone e perlomeno a parole inizialmente non aveva altri scopi che quello di osservazione di fenomeni astronomici, meteorologici ed aeronautici , ma il suo esito fu’ perlomeno sconcertante.
Cito dal testo : “Un fenomeno aereo anomalo definito e reale,individuato da precise e inequivocabili caratteristiche ripetitive e comuni,si manifesto’ infatti in maniera evidente nel corso di tutte le osservazioni svoltesi in condizioni metereologiche ottimali (5 su 10)sulla perpendicolare dell’ oggetto illuminato.” Un successo immediato quindi, coronato da un avvistamento vero e proprio il 19 giugno, quando l’allora consigliere del CUN Siro Menicucci preciso’ che un oggetto era comparso improvvisamente con un bagliore di luce nel cielo,emettendo 25 pulsazioni sulla perpendicolare del simbolo luminoso posto nel terreno, dopo quattro minuti dall’ avvistamento, l’oggetto “scompariva improvvisamente in direzione sud”.
Grazie ad un mio esperimento mi sono accorto che gli
ORB vengono attratti da alcuni strumenti orgonici. A testimonianza del fatto ho raccolto alcune interessanti fotografie pubblicate in un mio precedente post. Ho poi scoperto che alcuni specialisti collegano il fenomeno ORB con i crop circles o cerchi nel grano . Mi è cosi’ venuto in mente un esperimento da effettuare. Collocare un certo numero di strumenti in un campo coltivato e vedere se in quella zona viene a crearsi qualche fenomeno del tipo crop circles. Nella peggiore delle ipotesi non succedera’ nulla . Il luogo in cui effettuare l’ esperimento dovrebbe rimanere praticamente segreto. Mi sono rivolto ad un contadino della zona per chiedergli l’ autorizzazione ad installare i quattro Elios di Ighina (cosi’ si chiamano i dispositivi) da me costruiti. Non era molto daccordo sull’ esperimento da effettuare sul suo campo, mi ha invitato a rivolgermi altrove. Non desistero’ facilmente, ma nello stesso tempo non voglio agire di nascosto, oltre a sembrarmi disonesto potrei perdere i miei strumenti. Del resto sicuramente il mio piccolo esperimento non destera’ lo scalpore che fece il tentativo effettuato da Pier Luigi Ighina e dai suoi collaboratori intorno al 1971, in quel di Imola, e descritto nel libro di Alberto Tavanti “Pier Luigi Ighina profeta sconosciuto”.Un centinaio di persone erano intervenute in via Romeo Galli, dove si trovava il Centro di Studi Magnetici fondato dal genio imolese, che aveva divulgato la notizia dell’ arrivo di alcuni emissari alieni proprio li’ dove tutti avrebbero potuto vederli. Ufficialmente l’ esperimento falli’, ma ci sono ancora persone pronte a giurare che quella sera strane luci vagarono nel cielo della zona.
Non mi resta che aspettare che il grano sia all’ altezza giusta,

2 Comments

  1. Davide
    Giu 19, 2010

    Caro Amico,
    non appena avrò un campo te lo presterò ben volentieri!

    Secondo me il grano cresce ancora meglio, dopo questo “trattamento”…

    Grazie e… un abbraccione 🙂

  2. domenico
    Giu 20, 2010

    Grano orgonico 🙂

Rispondi a domenico Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*