Da Imola a Marsiglia coast to coast

Eco’ Ighina, Imola Marsiglia coast to coast.

Questa foto è stata riesumata oggi da un vecchio hard disk dimenticato. 
Si tratta di un geniale inventore, che conobbe Ighina in giovane età e da lui ricevette un regalo. Di questo Uomo io non ricordavo il nome e le sue email sono perse nelle migliaia di contatti che ho avuto in tutti questi anni di ricerca sul lavoro di Pier Luigi da Imola. Ci sentimmo alcune volte per telefono e mi raccontò un po della sua vita…nato e vissuta la sua gioventù in Sicilia, ebbe modo di incontrare Ighina e di ricevere da lui il progetto per una macchina straordinaria, Ecò, che vedete nelle foto, in grado di amplificare più volte il naturale effetto di scambio energetico fra Sole e Terra e di trasmetterlo a cibi, rimedi, acqua e a qualsiasi cosa fosse posta sul suo piatto centrale. Lui poi andò a vivere a Marsiglia, dove lavorava come pizzaiolo (sono infatti delle basi per pizza in alluminio che vedete al centro dell’ apparecchiatura). Nel tempo libero studiò l ‘apparecchiatura e dopo alcuni anni concluse il progetto. Il nome dello strumento, Ecò, lo decidemmo insieme, perchè l’ energia postulata da Ighina sembrava rimbalzare dentro la struttura lasciando una traccia informata sui rimedi al suo interno.
La mia prima bozza di Ecò.

Volevo recuperare il contatto con l’ inventore con cui avevo collaborato, ed è stato semplicissimo scrivere un post ad effetto su Facebook, nel gruppo Amici di Ighina a cui appartengo. Dopo cinque minuti il nome dimenticato riaffiorò : Antonino Blunda, poeta, inventore, pizzaiolo a Marsiglia.

Queste sono le foto dell’ ultima versione di Ecò realizzato da Antonino, che è riuscito a realizzare una meraviglia energetica, camuffata da oggetto d’arte moderna.

Chapeau Monsieur Blunda, mon intelligence s’incline devant la vôtre.

fonte: https://blunda.jimdofree.com/appareil-%C3%A9nerg%C3%A9tique-l-%C3%A9cho/

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*