L’ Amore al tempo del WiFi

s

 

Ve ne siete accorti ? Ehi! Dico a voi, della vecchia guardia!

A quelli come me che hanno fatto in tempo a portare una ragazza a fare un giro in Vespa, che si sono mangiati un cono gelato dividendolo con la morosa , che per dirglielo che vi piaceva ci avete messo talmente tanto che lei si era già fidanzata altre due volte , a quelle coppie che ricordano un solo Cinema Paradiso dove finalmente si baciavano nelle ultime file di poltroncine e del film hanno tenuto a mente solo i titoli di coda quando si accendevano le luci.

L’ Amore sta cambiando.

Tanto…

Ma tanto di tutto, forse troppo.

C’ è così tanta offerta che la vita sembra diventata un gioco a premi, perchè rinunciare a questo, a quello, all’altro?

C’ è troppo tempo perso guardando il mondo in un telefono, senza mettere il naso fuori.

Ci sono milioni di messaggi gratis che non hanno alcun valore su watsapp.

Ci sono amici mai visti ne sentiti che cliccano mi piace per qualsiasi cavolo fai ma non sanno in realtà niente di chi cavolo sei.

Tanta apparenza, quintali di sottilissima apparenza , di cose inutili di cui non riesci in breve a fare senza, di faccine sghignazzanti inserite in messaggi che fanno piangere.

Sono libero oppure in relazione , sono gay etero o terrone….

La tecnologia spinge sull’accelleratore del cambiamento, più informazione, più globalizzazione, più promiscuità , offerta, qualsiasi capriccio può essere esaudito. Sull’ onda del wifi viaggiano novità impensabili, ci abituano ad una realtà contro natura , si formano gruppi di opinione, gruppi di tendenza, gruppi di interesse, gruppi di coglioni che a due a due si sommano sino a diventare una poternza , una violenza. Così l’ amore gay adesso può formare una famiglia, avere una discendenza, il sesso adesso può essere vissuto con giocattoli che funzionano wireless a distanza , se tua moglie ti tradisce lo potrai scoprire con una app che ne spierà ogni movenza.

Vi faccio vedere le mutande.. se arriviamo a cinquanta mi piace… velocemente….

Migliaia di persone con in mano un telefono ed una connessione, un mucchio di immondizia in questo mondo che è ormai solo un bidone.

 

 

 

1 Comment

  1. Alex
    Apr 6, 2016

    Ciao Domenico,
    Che bello è che triste nello stesso tempo ciò che hai scritto. Per fortuna che in questo che era un bel mondo e che è stato trasformato in una discarica si possono trovare ancora dei diamanti lucenti come te. Dopo aver letto il tuo post vado a svolgere il mio compito di schiavo (ancora per poco) più sereno perché il tuo cuore ha incrociato il mio è le tue parole mi hanno dato quella carica che solo l’amore ti sa dare. Grazie Domenico per il bene che sai dare. Senza wi-fi.
    Ti voglio bene fratello
    Alex

Rispondi a Alex Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*