QEG, manuale in italiano per costruire il motore free energy.

inventor

 

E’ talmente tanto tempo che si sente parlare di energia libera e di quanto sarebbe bello fare a meno di pagare salato la luce nelle case e il pieno nelle auto, che è stato persino coniato l’ immancabile inglesismo , così che il sogno si chiama Free Energy…quasi un nome ed un cognome.

Migliaia di inventori, tecnici e sperimentatori in tutto il mondo da quasi un secolo cercano e a volte propongono metodi alternativi all’ uso e abuso di fonti di energia tradizionali sempre accessoriate di un contatore che inesorabile rende vantaggi per pochi eletti a scapito di molti.

Capostipite di questi pionieri coraggiosi, lo scienziato serbo Nikola Tesla stra-conosciuto tra gli appassionati di scienze di confine che a suo tempo depositò numerosi brevetti di dispositivi creati durante le sue ricerche per ottenere una energia che potesse essere libera e disponibile gratuitamente per tutti gli esseri viventi del pianeta. 

 

Sempre queste ricerche sono state tacitate, con le buone o con le cattive, ma uno di questi brevetti ora (si dice sia) sfuggito al capestro del sistema   è diventato l’ oggetto di interesse di un gruppo di persone che lo ha modificato e reso disponibile in rete, apparentemente facendo l’ unica cosa sia possibile fare per divulgare l’ energia libera nel mondo: regalare i progetti, senza chiedere soldi, patenti, premi.

La informazione data dice che  essi hanno definito il progetto ed elaborato un prototipo funzionante di un motore in grado di rendere 10 Kw da un iniziale innesco da 1 Kw. Hanno poi divulgato un manuale che descrive a grandi linee la costruzione raccomandando di dedicarsi all’ opera solo professionisti con adeguate attrezzature.

Per dovere di informazione, riporto in questo sito dal titolo propositivo, il manuale in italiano per costruire  il mitico motore, raccomandando prudenza ed attenzione non solo per quanto riguarda le istruzioni per la costruzione, ma anche per una piccola nota scritta in calce  alle istruzioni:

 

Consultazione via skype: . Per tutte le

domande relative alla QEG si può rispondere

per telefono o e-mail

Costo: 300 dollari per un massimo di un’ora, $ 5

al minuto oltre l’ora. Il pagamento è dovuto al

momento della prenotazione.

Consulenza On-site per una settimana: Onsite,

hands-on di formazione di ingegneri e

operatori del settore coinvolti nella produzione

QEG locale proposta dall’Ingegnere Artista

James Robitaille e da HopeGirl.

 

Quindi, non è completamente gratuita questa avventura, cosa che speravo, non tanto per i 300 dollari da cacciare preventivamente per un ora di consulenza, ma per il fatto che comunque dietro questa organizzazione c’e’ una richiesta di denaro in cambio di informazioni, c’e’ da scommettere che una volta procurati materiali ed attrezzature, che avrete assemblato le parti principali del motore, dato l’insolita fonte di energia probabilmente avrete qualche domanda da fare, il manuale è gratis, la consulenza accipicchia, no! 

CAMBIOILMONDO.IT si rende disponibile per condividere l’esperienza  e valutare se siamo davanti a qualcosa di nobile  oppure se si sono presentati i soliti approfittatori.

Comunque , guardatevi i manuali ma, come dice un vecchio amico mio, statevi preoccupati.

Nuovi sviluppi? Quì

 

Quantum Energy Generator – Manuale italiano

Di seguito invece  l’ informativa dove chiedono la pecunia, da pag. 10

FREE ENERGY

 

 Confermati i dubbi: non funziona! Leggete quì

 

 

28 Comments

  1. massimillo
    Apr 7, 2014

    Domenico, ho trovato un sito dove ci si può mettere in contatto con altri gruppi e sono spiegate le varie fasi di costruzione del QEG (pare non a pagamento) :

    http://be-do.com/index.php/en/

    Per quel che riguarda i 300 $ di consulenza, pure io, nei panni di Robitaille, chiederei una somma simile che mi possa coprire le inevitabili spese sostenute; chiaramente nel giro di pochi mesi vi sarà una mole di informazioni tali per cui la consulenza dell’inventore sarà superflua

  2. domenico
    Apr 8, 2014

    Si, ci può stare che chiedano 300 dollari per la consulenza, per recuperare le spese iniziali, ma è anche vero che se ho un semplice strumento in grado di fornire energia libera mi basterà produrlo e venderlo , in breve avrò recuperato ogni investimento. Meglio essere prudenti.

    Ben vengano siti organizzati per lo scambio di informazioni quindi, mi auguro che si formino gruppi anche in Italia

  3. Peppone
    Apr 8, 2014

    Ciao a tutti.
    Miniera d’oro http://www.free-energy-info.co.uk
    Il Il “RotoVerter” Sistema di Amplificazione di Potenza sembra essere fattibile senza consulenze.Che ne dici Domenico?

  4. massimillo
    Apr 8, 2014

    Perchè non formiamo noi un gruppo? Potremmo unire energie umane e un pò di risorse finanziarie e provare a realizzare un QEG

    • domenico
      Apr 8, 2014

      Massi, noi siamo già un SUPER GRUPPO! Accetto la proposta, Federico è il responsabile per l’ elettronica, io mi posso occupare della meccanica, taglio laser ecc…tu organizzazione, logistica, dato che Fede è lontano aggrego anche un apprendista ( stregone) elettronico dalle mie parti e si parte.

      • massimillo
        Apr 9, 2014

        Ottimo! Allora inizio ad organizzare da subito.
        Nei prossimi giorni leggerò interamente il manuale e farò la scaletta delle cose da fare e, per ciascun punto , individuo le cose che ancora non si sanno; poi andrò a vedere sul sito che ho individuato se esiste know-how sui punti ancora oscuri.

  5. Federico
    Apr 10, 2014

    Ciao a tutti, molto bene allora, nel gruppo ci sono anche Denis, Giuliana, Carlo e Florindo. L’attività è già iniziata! Stiamo cercando l’acciaio magnetico con il quale costruire il toroide, sembra sia introvabile. Le info ottenute finora sono queste:

    “La sigla 24GA/M19C5 indica un acciaio magnetico AL SILICIO con la codifica americana e si scompone in questo modo

    24GA (gauge) = spesso della lamina M19 = misura delle perdite elettromagnetiche (questo è un acciaio iper-performante a bassa perdita) C5 = grado di isolamento in organico

    lo spessore è di un tipo prodotto all’estero (lo faceva Terni ma ha chiuso…ora in Italia si fa SOLO acciaio INOX!) che in Italia viene lavorato poco

    …lo fanno in Russia, in Germania e in Croazia. In Italia si usano lamine molto più sottili. Ma comunque si può ordinare all’estero in fornitura.”

    Sono estratte dal sito: http://onepeoplefactory.org/faq/ alla voce MATERIALI. Sempre nella stessa pagina web vi sono molte altre info riguardanti i materiali usati.

    E’ necessario reperire questo acciaio o altra tipologia dalle caratteristiche il più simili possibili: tenete presente che si tratta di “un acciaio iper-performante a bassa perdita”.

    Forza!

  6. Igor
    Apr 11, 2014

    Ciao a tutti.
    Io non ho know-how in materia elettromeccanica, però posso inviare un piccolo “contributo monetario”… fatemi sapere via mail dove fare il pagamento (se è lo stesso fatto per il libro su Ighina ho già tutto).
    Ho divulgato la notizia dove ho potuto e se servissero traduzioni dall’inglese posso provare a contribuire

    • domenico
      Apr 11, 2014

      Ciao Igor, ringrazio per il tuo buon cuore, anche se il nostro Centro di Studi Magnetici al momento non necessita di alcuna offerta.

      Stiamo valutando la spesa per l ‘ attrezzatura ed primi prototipi e ci sembra che la quota sia alla nostra portata.

      Ripeto, non ci serve nulla.

      In ogni caso i Vostri messaggi vengono registrati e se vi saranno necessità diverse vi contatteremo.

      I risultati verranno divulgati in maniera schietta e gratuita (insomma se il QEG va lo divulghiamo a tutti e…arrivederci. )

  7. Sandra
    Apr 11, 2014

    Salve a tutti, non sono né un’esperta, né un tecnico e neanche una consulente in materia, ma riesco a cambiare una lampadina e me la posso cavare con torte e cibarie varie, per sostentare un eventuale gruppo. Potrei contribuire, come socia povera, ad un’eventuale raccolta fondi. Dato che mi affascina tutto ciò che comincia per “quantum”, potrei tentare di dare una mano, da lontano, ma con il cuore, con ciò che questo mondo fotonico permette di fare. Libertà, passa di qua!

  8. domenico
    Apr 11, 2014

    Sandra! Oh mio Dio! Ah ah ah ah ah, le T-O-R-T-E!!
    Ma secondo te!!!
    Ah ah ah nono riesdo nemmebo a scrivere da l ridere!
    Grande! Ti abbracciamo tutti…asciugandoci le lacrime agli occhi!!

  9. Sandra
    Apr 13, 2014

    Beh, si sa che il cervello ha bisogno di zuccheri per funzionare bene 😉 Scherzi e battute a parte, è un progetto veramente molto grande e importante per tutti. Resto a disposizione per qualsiasi poca cosa possa fare.

  10. Igor Biagini
    Apr 14, 2014

    Sperando possa essere di aiuto, posto il link ad un sito di riferimento per tutto ciò che riguarda il QEG:
    http://be-do.com/index.php/en/

    • domenico
      Apr 25, 2014

      Grazie Igor, tutto quello che riguarda il progetto è di aiuto

  11. vincenzo
    Apr 25, 2014

    Ciao fratè se posso contribuire anche io in qualche modo sono a disposizione…

  12. domenico
    Apr 25, 2014

    Certo Vincenzo, ti tengo sempre in debito conto, in ogni caso verrai sempre aggiornato.

  13. vincenzo
    Apr 26, 2014

    Gentilissimo come sempre amico mio, non è per fare ironia ma è da almeno venti anni che ho in mente un prototipo di generatore di energia per la propulsione di un’astronave e chissà che prima o poi non trovo il coraggio di formare un Team di ricerca…in tal caso sarai il primo a essere invitato.

  14. Igor Biagini
    Apr 28, 2014

    Rieccomi!
    Ho scovato un sito importante:
    http://www.oppt-italia.org/#gkHeader

    Alla pagina:
    http://www.oppt-italia.org/qeg-faqs#
    cliccando su QEG – Quantum Energy Generator si apre una FAQ che ritengo possa essere molto importante per chi cerca di costruire il generatore.
    Saluti e buon lavoro!

  15. marco
    Set 25, 2014

    buon g iorno sono dietro anche io ad esperimeni e ho una montagna di materiale per la creazione di questo o quel dispositivo

    quello che principalmente che mi stò progettando e un motore a magneti permanenti con angoli di sfasamento regolabili a 9 dischi con volano e motore per avviamento iniziale

    http://it.wikipedia.org/wiki/Motore_magnetico_Perendev

    tipo questo ma funzionante… spero… piccolio investimento fatto per lo più con pezzi di recupreo non creati a doc..

    cerco aiuto per lo sviluppo NON MONETARIO ma di progetti simili o reallizzabili e funzionati per la costruzione di prototipi… sono in contatto con officine meccaniche per la lavorazione di metalli

    se avro successo sarà tutto gratuito anche se credo che il sito dovra avere domino in paese sperduto per evitare la cancellazione

  16. paolo
    Apr 26, 2015

    hello sono a Shanghai fine maggio vengo in italy avete bisogno di magnety al neodimio o altro,ls madre terra e’ con noi ,liberta’,uguaglianza’,fraternita’,BRAVISSIMI

  17. Alessandro
    Lug 20, 2015

    Salve,
    Che né pensate del generatore hendershot?

  18. SPQR
    Dic 19, 2015

    Salve,volevo fare solo una considerazione “personale”,non è che tutti questi progetti di Q.E.G. incontrano grandi difficoltà di realizzazione, in quanto sono basati allo scopo di produrre tensione alternata “infinita” e non un’altra forma di energia?
    È come se qualcuno volesse utilizzare la tensione alternata per produrre petrolio al fine di fare funzionare un motore convenzionale a scoppio.

  19. Andrea
    Gen 18, 2016

    Salve,mi chiamò Andrea,siete affascinanti! Se posso contribuire in qualche modo ci sono,sono oltre 20 anni che inseguì il sogno del moto perpetuo free e pulito.

  20. Andrea
    Gen 18, 2016

    20 e passa anni fa progettati con tutti i limiti del caso,visto che con gli studi mi sono fermato alle scuole medie,progettati un veicolo elettrico alimentato da pannelli solari sovrapposti in contenitore da 300x300mmx10 pannelli illuminati con luce lenti e fibre ottiche,alla ricerca del moto perpetuo e free ovviamente totalmente non inquinante,poi scoprì la free energy di tesla,ma ho trovato solo testi in inglese e un progetto del suo generatore che alimentò la vettura con cui stupì suo nipote. Purtroppo non conosco l’inglese e sono fermo.comunque mi rendo disponibile,vivo nelle marche.

  21. Gianni
    Set 5, 2017

    Salve.
    Commenti interessanti… ma tutto fermo al 2016…

    Avete gettato la spugna?

    • Angelo
      Ago 19, 2018

      Ciao Gianni, e nessuno ti ha risposto! Preoccupante?
      Angelo

  22. Elena
    Feb 15, 2020

    Vorrei sapere se esistete ancora

    • domenico
      Feb 17, 2020

      Noi lo abbiamo mollato

Rispondi a SPQR Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*