Raffaele Bendandi, i terremoti tornano.

Il nostro paese ha l’ onore di essere la patria di uomini che hanno dimostrato con le loro doti di possedere menti evolute in ogni campo. La musica, la pittura, la scultura, la scienza. Molto spesso, il riconoscimento dei meriti agli artisti è stato dato mentre questi erano ancora in vita,non potendo evitare un moto di ammirazione davanti ad opere di notevole, indiscutibile bellezza. Le cose non sono sempre andate cosi’ per quanto riguarda le scoperte scientifiche, sopratutto con quelle che rivoluzionavano il sistema riconosciuto. Anche se un metodo riusciva ad ottenere risultati e benefici migliori di quelli tradizionali, il fatto che lo scopritore non volesse divulgare il metodo con cui otteneva l’effetto , o proponesse delle spiegazioni che non rientravano nei canoni previsti,faceva si’ che la soluzione proposta venisse rifiutata dalla scienza ufficiale,anche a costo di pagarne un caro prezzo. Raffaele Bendandi ne è un esempio, nasce a Faenza in una umile famiglia il 17 ottobre 1893. Sin da piccolo si interessa all’ astronomia ed all’ effetto dei terremoti. Rimane molto colpito dalla notizia del terremoto di Reggio e Messina del 1908 e da quel periodo si occupa di studiare questi fenomeni. Negli anni successivi elabora una teoria che allinea il comportamento dei terremoti al fenomeno della marea. Egli coglie una cadenza temporale,ben definita, nell’ evento sismico ,e lo fa’ correlare all’ influenza dei pianeti del sistema solare, e a quando questi si trovano in ben definite posizioni. A riprova dei suoi calcoli astronomici, effettuati nel suo laboratorio Bendandi inizia a formulare alcune previsioni di terremoto,nell’ ottobre del 1914 scrive sul suo taccuino che prevede una forte scossa per il 13 gennaio successivo. Avviene davvero un forte sisma ad Avezzano. Questo lo convince di essere sulla buona strada e si butta ulteriormente negli studi. Il 20 dicembre 1923 fa’ la prima previsione registrata da un notaio.Il terremoto,purtroppo, avviene davvero nelle Marche. Bendandi viene contattato dai giornali di mezzo mondo, che gli chiedono lumi sulle sue teorie.Il faentino sosteneva che tutte le manifestazioni terrestri e solari sono causate da uno squilibrio gravitazionale, e che esiste un’influenza solare decisiva sulla salute degli organismi umani ed una spiccata influenza sulle cellule cerebrali. Ricordo che alla stessa conclusione era arrivato anche Pier Luigi Ighina, che,abitando ad Imola, non era troppo distante da Bendandi. Ma i risultati ottenuti e la risonanza internazionale non interessavano alla scienza , che lo considerava quasi alla stregua di un ciarlatano, e si rifiutava di prendere in considerazione le sue teorie sull’origine cosmica dei terremoti, esposte nei suoi libri.

Riporto un trafiletto scritto da un suo estimatore, dove viene descritto come predisse il terremoto in Friuli,ma non venne ascoltato.Sappiamo come ando’ a finire. “La mia memoria di Bendandi risale al terremoto nel Friuli (1976), quando lessi in un settimanale una sua lunga intervista in cui egli raccontava come avesse impiegato diversi anni per costruire una macchina per prevedere i terremoti, di come nei giorni precedenti la fatale scossa di terremoto la macchina “fosse quasi impazzita”, e di come egli avesse tentato inutilmente di avvertire le Autorità dell’incombente tragedia, venendo da loro trattato con sufficienza ed irritazione.

In preda allo sconforto, Bendandi tornò a casa e, preso da un raptus di disperazione e di rabbia, fece a pezzi la sua macchina. Il giorno dopo la terra tremò in Friuli, facendo oltre mille morti.” L’ originale qui’

Bendandi mori’ nel 1979,la casa di Faenza ora è diventata un museo, dove sono anche raccolti molti dei suoi documenti, libri ,appunti, ma chissa’ perche’, anche se è risaputo che centinaia di previsioni di Raffaele erano poi risultate reali,in tutti questi anni non è stato possibile utilizzare gli studi del genio per contribuire a migliorare il mondo. Ecco il video della puntata


[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/Ln8Rbi-fW24" width="425" height="350" wmode="transparent" /] Articoli correlati in questo blog: Bendandi a Voyager e >Il terremoto si è fermato ad Imola

9 Comments

  1. bruno
    Ago 8, 2010

    INFORMAZIONE

    L’Ingegnere Roberto Maglione ( Sito dell’ingegnere Maglione: http://www.orgonenergy.org ) a parlato di Wilhelm Reich venerdì 6 Agosto su Radio Padania (www.alfredolissoni.net/radiopa.htm). Reich e la modificazione del clima – Tecniche Moderne per l’Abbattimento della Desertificazione del pianeta – attraverso il “CloudBuster ” e dell’ultimo libro su l’Arca di Mosé e l’Accumulatore Orgonico di Reich.

    Si puo scaricare la trasmissione del giorno 6 Agosto 15,30 dal sito:
    (www.alfredolissoni.net/radiopa.htm).

  2. Gianfranco
    Set 19, 2010

    Quali altri sismi ha previsto dal Friuli in poi? Grazie.

  3. domenico
    Set 19, 2010

    Dalle mie ricerche in rete risulta che Bendandi, attraverso il suo metodo, ha predetto una scossa di terremoto devastante per la città di Roma e aree limitrofe per il giorno 11 maggio 2011 ed un altro sisma di dimensioni ancora più apocalittiche per tra il 5-6 aprile 2012, quando parecchie scosse di terremoto colpiranno a macchia di leopardo tutta la terra.Vorrei pero’ sottolineare che è chiaramente risaputo che Bendandi fece registrare presso un notaio la sua previsione di terremoto nelle Marche,poi purtroppo verificatosi, ma questo non toglie che lo studioso possa avere fatto registrare presso notai altri terremoti, che magari poi non si sono verificati.

  4. Paolo
    Ott 15, 2010

    Buonasera a tutti.
    Personalmente non sò se Bendandi fosse un ciarlatano, un visionario o altro; certo le sue teorie avrebbero dovuto almeno essere approfondite dalla comunità scientifica…..ma si sà, “se non sei parte del corpo il rigetto è sicuro”.
    Personalmente, voglio sperare, che Bendandi si sia sbagliato per il terremoto a Roma ; certo la storia è piena di grandi geni incompresi, è piena di “potenti” estremamente ignoranti, e come si sà l’ignorante ( etimologicamente parlando ) se è potente, rimane attaccato al priprio scranno di potere e d’ignoranza.

  5. domenico
    Ott 15, 2010

    Caro Paolo , come potrai leggere nel post “Bendandi a Voyager” in questo blog ,pare che non ci sia alcuna prova certa che Raffaele Bendandi abbia previsto un terremoto a Roma per l’ undici maggio 2011. Almeno cosi’ ha dichiarato in tv la presidente dell’ associazione “La Bendandiana” , la signora Paola Lagorio. Certo , questo potrebbe anche non volere dire niente. anche a Bendandi in persona, quando era ancora in vita, fu’ caldamente raccomandato dal governo italiano di smetterla di prevedere i terremoti perche’ senno’ sarebbero scappati tutti i turisti. Quindi non è giusto, secondo me’, dire: “Speriamo che si sia sbagliato”. Piuttosto spererei che le voci sul terremoto a Roma fossero solo il frutto di fantasie internettiane. Pero’ non andro’ a Roma quel giorno. perche’,voci di popolo…….

  6. rick
    Nov 2, 2010

    Figura 1 – Sistema Solare iperdimensionalmente risonante (Hoagland)
    “L’analogia più semplice per il sistema solare potrebbe essere: “increspature multiple in uno stagno”, con le “increspature energetiche”, che si sovrappongono e che sono la vasta gamma di alterazioni di frequenze del sottostante etere privo di massa, causate dall’ingresso di energia iperdimensionale nella nostra dimensione attraverso il sole che ruota, le rotazioni e le orbite dei suoi pianeti… e le rotazioni e le orbite delle lune (vedere l’illustrazione qui di seguito).

    In altre parole, l’intero “sistema solare” funziona come un vero, iperdimensionale, interconnesso, sistema risonante (o, a volte, dissonante)…”
    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_interplanetary_2.htm

  7. AstroTime
    Mar 13, 2011

    bene rick!

    Si tratta di “trasdurre” questi concetti, che io stesso coltivo, a formule applicabili al problema terremoti, oggi!
    l’Astrologia ce ne offre dei mezzi, per chi lo vuol capire.

    Sulla questione anch’io ho lavorato (4+ mesi) e sto dicendo la mia; sperando che possa servire a qualcuno, anzi.. che non debba servire!

    Ho sviluppato una ricerca sull’11 Maggio; si serve di uno studio sulle posizioni planetarie in ottica di Astrologia e sta trovando riscontri raccapriccianti persino nell’ultimo tsunami.
    Tutto documentato fin dove possibile.

    Chi vuol tenerne qualche conto, troverà nel sito le informazioni indicative; se sia “scientifico” o meno, potremo discuterne in Giugno.

    http://astrologia.astrotime.org/Bendandi_due%20previsioni%20apocrife.html

    Per quanto mi consta, è la sola possibilità che ha la scienza di avvicinare l’argomento terremoti; senza questi parametri, in parte già scoperti e ben applicati dal Bendandi, non si potrà mai prevedere niente (al massimo monitorare).
    Il che riflette esattamente lo “status quo” del mondo accademico e governativo.

    AstroTime

  8. Matteo Ciuffreda
    Mar 16, 2011

    Non riesco a contattare il Web master responsabile di questo forum CORTESEMENTE E URGENTEMENTE HO BISOGNO CHE VENGA ELIMINATO IL MIO INTERVENTO, PRECIPITOSO ED IRRIGUARDOSO SU UNA PERSONA.
    CONTATTARMI ALLA MAIL teo.ciuffreda@vodafone.it
    Vi e’ stata una mia leggerezza !Mi scuso con la persona citata umilmente. Io non la conoscevo ed ho espresso un giudizio affatto non vero !
    grazie

  9. domenico
    Mar 16, 2011

    Ciao Matteo hai scritto che non riesci a contattarmi, la cosa è un po’ strana, basta scrivere un commento ed io per forza di cose lo leggo! Bho! Comunque, vuoi fare cancellare il tuo commento? Va’ bene, non ci sono problemi , basta dirlo una sola volta, ed è fatta. Saluti Domenico

Trackbacks/Pingbacks

  1. L’affare terremoto in Italia | Cambiare se stessi per cambiare il mondo. - [...] dei metodi per prevedere eventi sismici, in nessuna delle epoche in cui questi si presentarono, Raffaele Bendandi negli anni…

Rispondi a Matteo Ciuffreda Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*