Sette valvole dei terremoti a Catania

 

La prima è stata istallata il 16 febbraio 2019 nel parco dell’ Hotel Romano Palace , in viale Kennedy , per merito di Stefania Romano, imprenditrice siciliana che nell’ occasione ha anche promosso una breve presentazione fatta da noi ad alcuni esponenti della economia locale e giornalisti.

 

   foto1                      foto2

La Valvola va2011 ct (foto 1), ha una altezza di 240 cm. ed una larghezza di 90 cm. a interrata per circa mt. 1,36 , a lavoro finito si vede una colorata spirale in giardino , piacevole alla vista ma anche stimolante per tutti gli altri sensi (foto 2)

E’ previsto , nelle prossime settimane , l’ incapsulamento della opera in una struttura piramidale in cristallo e il posizionamento di panche e poltrone intorno per poterne apprezzare da vicino le doti. Sono stati avviati contatti per ottenere i permessi necessari all’ istallazione della struttura nella stupenda villa  Bellini, in centro a Catania, di dimensioni triplicate, idealmente ampliando il suo raggio di azione.

 

 L’ istallazione n. 1 in Sicilia

L’ intento è quello di promuovere il posizionamento di almeno altre sei Valvole inventate da Pier Luigi Ighina di queste dimensioni nel territorio cittadino in maniera da testare il risultato in maniera ottimale ed inequivocabile. La zona , chiaramente, è altamente monitorata. Il test della valvola dei terremoti di Ighina era iniziato nel 2011 , ad oggi sono sessanta (60!) gli strumenti piazzati in Italia , tutti in zone altamente sismiche, sino ad ora , malgrado l’ opera della disinformazione, non risulta mai esserci stato un sisma di magnitudo superiore a 3 nelle zone di posizionamento (la Va2011 ha comunque un raggio di azione che risulta essere di 3,5 km con magnitudo 5,8)

Nella immagine sotto potete vedere il posizionamento di alcune delle valvole in Italia

Il terremoto più potente è avvenuto nel Centro Italia il 24 agosto del 2016 con epicentro fra le località Accumoli (RI) e Arquata del Tronto (AP) , non ci sono istallazioni in quelle zone , ma il terremoto si è avvertito con potenza via via inferiore in tutto il centro Italia. La Valvola più vicina si trova a Pian di Pieca, una località vicino San Ginesio in provincia di Macerata, nella zona adiacente la frazione non si è avuto alcun danno , testimoni diretti presenti agli eventi hanno riferito informazioni importanti , riportandoci la realtà di una quasi completa attenuazione e per molti mesi dopo il grave evento sismico abbiamo registrato un notevole interesse per il nostro lavoro e la diffusione della Valvola dei terremoti si è ampliata. Ora c’è una occasione unica per rendere Catania Caput Mundi di questo esperimento , istallando un numero sufficiente di strumenti nei prossimi anni potremo avere costantemente il polso della situazione , tutti potranno collegarsi in rete e osservare il cambiamento che ci auguriamo.

Ma per definire il progetto occorrono altre adesioni a Catania ed anche nel resto della Sicilia.

Istallazione

 

 

1)la valvola va interrata in un terreno assolato, va posizionata in un punto dove non ci siano manufatti di cemento a fare ombra allo strumento , non può essere istallata in un terrazzamento artificiale, a meno che nello scavo non si raggiunga il terreno naturale , vicino al mare bisogna evitare di raggiungere l’ acqua marina , idealmente deve avere una distanza di almeno sei metri da fondamenta in cemento armato.

Non è adeguata nemmeno l’ istallazione in un terreno adiacente un pilone dell’ alta tensione, un ripetitore telefonico. Contattateci per chiarire eventuali dubbi o per valutare un ispezione tecnica.

2)Il buco nel terreno deve avere un diametro di un metro e la profondità di un metro e quaranta. Il posizionamento è semplice come piantare un albero di media grandezza.

3)Manutenzione

Lo strumento è costruito in metalli di diversi tipi, adatti all’ interramento ed alle intemperie , la verniciatura viene fatta con colori particolari necessariamente in maniera manuale , un velo di protezione viene applicato . Negli anni potrebbe scolorire, come tutti i manufatti in metallo da esterno , cancelli ed ogni altro tipo di strutture metalliche colorate; consideriamo che ogni 5 anni sarà possibile dare una rinfrescata al colore , con i prodotti specifici da noi forniti.

Un alternativa con un buon effetto estetico è quella di fare realizzare una struttura in vetro trasparente che la protegga. L’ importante è che all’ apice ci sia uno sfiato adeguato , per valutare questo tipo di istallazione contattateci.

All’ interno della valvola (un metro quadro circa) bisogna provvedere perchè non crescano erbacce, vanno bene corteccia di rosa o ghiaia.

4)Non occorrono permessi per l’ istallazione, la Valvola è definita un “opera d’ arte moderna” non è collegata a corrente, non funziona a batteria, nello strumento ci sono solo delle reazioni galvaniche.

5) Il confronto costi/benefici potrebbe essere molto vantaggioso, la Valvola va2011 viene costruita senza scopo di lucro, la spesa consiste nel costo dei materiali sommato alle ore di lavoro per uno strumento particolare , fatto in un laboratorio specializzato per fare solo questo tipo di apparecchiature , per informazioni ,senza impegno, contattateci, ecco l’ indirizzo email artescienzaitalia@gmail.com

 

Se volete saperne dei fatti accaduti in Centro Italia a Pian di Pieca il 24 agosto 2016 leggete qui testimonianze dirette:

http://www.cambioilmondo.it/rapporto-valvole-antisismiche-centro-italia/

 

4 Comments

  1. paolo buffa
    Feb 24, 2019

    info

    • domenico
      Feb 26, 2019

      Ok Paolo , le ho scritto una email con i miei numeri di contatto diretto

  2. Daniele
    Feb 25, 2019

    Salve, da residente nella zona epicentrica del terremoto del 26 Dicembre non posso che complimentarmi con i promotori per la splendida iniziativa. Non avendo potuto partecipare alla presentazione mi chiedevo se fosse reperibile in rete una ripresa video dell’evento.

    Vi saluto con l’augurio e la speranza che l’amministrazione della mia città prosegua con questa scommessa vincente!
    Le energie sottili sono l’unica CHIAVE per un futuro migliore…e ritrovarla in tempo, l’unica via di salvezza.

  3. domenico
    Feb 26, 2019

    Non abbiamo fatto riprese dell’incontro a causa della velocita’ con cui abbiamo organizzato il tutto, ma nel giro di qualche settimana potrebbe esserci un altra conferenza più estesa in tutti i sensi, sempre a Catania . Resti agganciato al sito e lo saprà

Rispondi a paolo buffa Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*