Silvano Agosti, la macchina della gioia.

Nella infinita ricerca di agganci utili a cambiare il mondo, a migliorare la vita di questa variegata Umanità, in passato si è spesso pensato che sarebbero state la tecnologia, le macchine a regalarci il dono della libertà , della gioia, esse avrebbero lavorato per noi e la ricchezza ottenuta sarebbe stata distribuita ai popoli, producendo a spron battuto tutto quanto il necessario .
Non è stato cosi’, malgrado l’ automazione l’ Uomo è piu’ schiavo di prima, la ricchezza non è affatto equamente distribuita, al centro dei desideri vi sono il potere ed il denaro, un vero disastro, le macchine che dovevano distribuire gioia, non sembrano funzionare.
Nel 2007 un giornalista italiano in viaggio all’ estero invio’ una lettera agli amici in Italia , le parole nella missiva erano colme di entusiasmo nel descrivere il luogo in cui era capitato, una zona poco conosciuta dell’ Asia dove un popolo ha realizzato il modello di vita basato sull’ essere umano. In questo paese lontano è vietato lavorare per piu’ di tre ore al giorno, anzi ci sono già delle proposte interessanti perchè il numero di ore da dedicare al lavoro prossimamente diventino due.
Il resto del tempo libero lo si puo’ dedicare alla famiglia, a se stessi , all’ amore. L’economia del paese ? E’ florida, la gente lavora con piu’ passione non essendo costretta 8 ore intere a disposizione per altro, poi ci sono svariate voci di spesa che sono state depennate , si và da quelle militari, ai costi della sanità, quasi tutti gli ospedali sono stati chiusi, le persone felici si ammalano meno e non hanno nemmeno voglia di litigare, gli armamenti sono stati semi sotterrati in appositi cimiteri delle armi, con la parte esposta divorata dalla ruggine.
In seguito il famoso scrittore e giornalista inviò altre lettere dove raccontava come con i soldi risparmiati da questa filosofia dello stato, si puo’ dare una mano agli anziani, che non pagano il biglietto del treno, dell’ autobus o dell’ aereo, proprio come i nostri parlamentari , inoltre dall’ età di 60 anni si ha diritto ad un pasto caldo tutti i giorni.
Per i giovani, che frequentano una scuola diversa da come la intendiamo noi, all’ età di diciotto anni arriva, in regalo, una casa vera.
Dopo un po di tempo le lettere inviate agli amici dal famoso giornalista, scrittore, regista , autore, delineavano realtà credibili, strade percorribili , chi ha voglia di fare l’ amore, in quel paese, lo comunica agli altri appuntandosi al petto un piccolo fiorellino azzurro, in questo modo l’ amore non genera ipocrisia, equivoci, incomprensioni. Solo gioia.
Le lettere di Silvano Agosti sono state raccolte in un libricino che si intitola “Lettere dalla Kirghisia” edizioni “L’ immagine” pagine 139 euro 10, ma  , se avete fretta di sapere come fanno a Kirghisia, cliccate qui’

3 Comments

  1. Antonio
    Dic 7, 2012

    Buongiorno a Tutti , Personalmente sono circa sei mesi che sono sulle tracce del libro Lettere dalla Kirghisia Di silvano Agosti , ma non e’ piu’ in commercio ho se qualcuno sa’ dove reperirlo mi farebbe un grosso piacere .

    Grazie Antonio

  2. Dome
    Dic 11, 2012

    Ciao Antonio, io sono andato alla libreria Feltrinelli, non lo avevano ma me lo hanno ordinato

  3. Sandra
    Gen 15, 2013

    La Kirghisa è possibile, se è dentro di noi, si puo’ iniziare con queste cose, poi piano piano iniziare a cambiare il mondo…
    A Tallinn trasporti pubblici gratis per tutti

    Pubblicato il 15 gen 2013 da Marina Perotta
    0 Commenti dei lettori

    Lo annunciavamo lo scorso anno a marzo subito dopo il referendum: a Tallinn i trasporti pubblici dal 1 gennaio 2013 diventano gratuiti. Ebbene nella capitale dell’Estonia e richiesto dai cittadini gli autobus, i tram, bus e filobus sono diventati gratis. L’operazione costa 22 milioni di euro ma farà probabilmente risparmiare moltissimi soldi grazie alla riduzione dello smog e alle malattie correlate.

    Come riferisce l’Azienda trasporti il traffico è notevolmente diminuito, tanto che nella prima settimana c’è stato un calo del 15 per cento di intensità del traffico rispetto ai mesi di novembre e dicembre. Inoltre, si è registrato un aumento del 6 per cento dell’uso del trasporto pubblico. E Taavi Aas il sindaco annuncia un rafforzamento delle linee per la prossima primavera-estate.

    Gli autobus e i tram sono gratuiti per i cittadini residenti a Tallin muniti di carta ID elettronica e serviranno i 416 mila abitanti. Finora sono state vendute 174 mila cards mentre i pensionati, ovvero gli over 65 anni possono viaggiare sempre gratuitamente anche se non residenti a Tallinn; i non residenti hanno acquistato 49 mila cards card al prezzo di due euro Già sono state ortinate 50 mila nuove card per la prossima settimana e 100 mila per la successiva. Gli autobus, tram e filobus in circolazione sono 445. fonte http://www.ecoblog.it/post/47731/a-tallinn-trasporti-pubblici-gratis-per-tutti?

Rispondi a Sandra Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*