Le piante sanno quando arriva il terremoto.

Le piante sanno quando arriva il terremoto.

  “La quercia, collegata ad una centralina elettronica, mandò l’ inequivocabile segnale. Le fronde, i rami, il tronco e le radici parvero fremere dal terrore, sullo schermo dell’oscilloscopio un balzo, da est stava arrivando il terremoto…” Molti di voi hanno già sentito parlare di esperimenti con le piante dove , per esempio, è stato stabilito che esse hanno sviluppato circa una ventina di sensi fra i quali ce ne sono cinque che assomigliano molto a quelli umani: odorato e gusto, esse percepiscono e rispondono a sostanze liberate nell’ aria o sui loro corpi; vista , reagiscono in modo diverso alle diverse lunghezze d’ onda della luce e dell’ ombra; tatto , una vite, una radice, un rampicante “sanno” quando incontrano un oggetto...

Luke Thomas, come ti prevedo il terremoto.

Aveva messo in fibrillazione il web , facebook traboccava di esperti dell’ ultima ora, anche twitter in fermento, ognuno sapeva ESATTAMENTE cosa twittare riguardo a ogni tipo di evento naturale che possa segnalare per tempo l’ arrivo di un terremoto. Luke Thomas è un ricercatore americano, che vorrei fosse italiano, (abbiamo una tradizione in merito),  un pazzo da legare con cui vorrei andare a bermi una birra poi portarmelo nel mio laboratorio per parlargli e sapere esattamente COSA GLI DICE LA TESTA quando strombazza sul suo blog che sta per arrivare un terremoto. Non tanto per quello che dice, perché credo che le sue ricerche siano SACROSANTE, ma…perché lo dice ? Dare informazioni fuori dagli schemi tradizionali, è una delle cose piu’...

Miti, leggende, poi il terremoto.

24 settembre 2012, o giu’ di li…saranno 188 giorni dall’ ultimo grande terremoto nel mondo, il sisma di magnitudo7.9 avvenuto in Messico il 21 di marzo 2012. Il popolo internettiano potrebbe preoccuparsi, c’è infatti una storia su questa data che è già diventata leggenda: dal 2010 c’e’ una strana casualità e cadenza fra un terremoto di alta magnitudo ed un altro, come se il pianeta Terra, ogni sei mesi, avesse bisogno una scossa di assestamento, come se quel leggero spostamento dell’ asse terrestre causato dagli ultimi sismi sconquassanti non fosse una trauma da cui il nostro pianeta sia passato indenne. Gli scettici hanno tacciato l’ analisi di bufala, o almeno cosi’ l’ hanno definita sino al 20 marzo,...

Il baroscopio del terremoto e il bicchiere della tempesta.

E’ esistito in passato qualcuno che ha messo a punto uno strumento in grado di prevedere, oltre al tempo meteorologico, anche il terremoto? Forse. Lo trovo’ nel 1947 don Fulvio Deamantini, parroco di una chiesa di Gorizia, nella credenza ereditata da una zia. Era uno strano oggetto di fattura artigianale, in pratica una tavoletta di legno, che aveva fissate una ampolla con all’ interno un liquido trasparente, alla sinistra una colonna termometrica tarata in gradi Rèaumur. L’oggetto aveva delle scritte in tedesco, alla sommità la parola “Baroskop”. Si racconta che il prete che lo trovo’ prese ad osservarlo e si rese conto che in effetti sul tempo ci azzeccava, cosi’ la pioggia o il sole non furono più una sorpresa per lui. Un...