Guglielmo Marconi e il telefono degli spiriti.

Guglielmo Marconi e il telefono degli spiriti.

Fra il 1860 e il 1930 nel mondo intero si divulgò l’ idea che ci fosse la possibilità di interagire con lo spirito dei defunti. Questa eventualità prese piede velocemente grazie alle nuove invenzioni che si succedettero in quell’ epoca: il telegrafo, il telefono, la radio; la teoria dei germi, l’ elettromagnetismo, fecero comprendere che l’ universo è pieno di forze invisibili e molti giunsero alla conclusione che questi nuovi mezzi di trasmissione avrebbero permesso il fatidico contatto. Ma non erano solo gli spiritisti più accesi a perorare lo sfruttamento particolare dei nuovi apparecchi elettrici di comunicazione. Gli inventori stessi, quindi eminenti scienziati, promuovevano i loro dispositivi ipotizzando che fossero utili per...