Viaggio astrale,prima lezione di volo.

Vi ho raccontato in alcuni miei post precedenti*,della più significativa esperienza OBE vissuta direttamente . Per chi non li avesse letti e che oltretutto non sapesse di cosa diamine sto’ parlando, accennero’ brevemente alla descrizione del viaggio astrale chiamato anche OBE,acronimo di Out of Body Experience. Questa si verifica quando avviene uno sdoppiamento fra il nostro corpo fisico ed un altro corpo invisibile, da qualcuno chiamato eterico o astrale. Di solito succede nel momento esatto in cui ci stiamo addormentando, quella parte invisibile di noi,si stacca dal corpo, e coscientemente,inizia il suo volo. I viaggi extracorporei fanno parte della storia dell’ umanita’ e ne hanno riferito dagli antichi Egizi a Socrate,da Platone a Plutarco. Senza andare troppo lontano nel tempo anche nell’ era moderna hanno dichiarato di aver avuto OBE Ernest Hemingway, Tolstoy, Dostoevsky, Tennyson, Edgar Allan Poe, D. H. Lawrence e Virginia Woolf. Vivere un viaggio astrale,come viene definito, non ha valenza solo per il viaggio in se’, ma anche e forse sopratutto per le riflessioni che scaturiscono dopo. Almeno per quanto mi riguarda,è stato abbastanza naturale concludere che avevo una prova concreta: noi non siamo solo il corpo. Anzi, questo involucro rappresenta quasi un fardello, cosi’ limitato, cosi’ fragile. Le ricerche effettuate in seguito per verificare le opinioni di altre persone che avevano OBE,mi confermarono che tutti questi viaggiatori dopo le loro esperienze percepiscono la possibilità che la morte non esista,e che il nostro corpo eterico possieda poteri ben maggiori di quello fisico. Ne consegue, chiaramente ,un migliore approccio alle vicissitudini che la vita ci propone. Ora non vorrei apparirvi come un borioso saccente che tutto crede di sapere su questo argomento,di cui in rete potrete trovare una vastissima e ben piu’ titolata argomentazione con libri utilissimi,e video ecc… ma mi piacerebbe “passarvi” alcuni consigli per ottenere una OBE , data la mia modesta esperienza diretta. Per prima cosa non bisogna avere paura di partire, sembra una stupidata? Bhe’ ,forse adesso , ma in quei momenti se il dubbio si insinua nei nostri pensieri l’esperienza viene abortita. Poi bisogna fare,nei giorni precedenti, un semplice esercizio,ogni volta che abbiamo qualche attimo di tranquillità’ dobbiamo allenarci ad osservare il nostro corpo fisico come se fossimo un altra persona, esterna a noi. Altre volte, osservate le vostre mani,guardatele bene, ogni particolare, e poi provate a “spegnere” la sensazione che siano le vostre, osservatele ora con distacco ,sono mani estranee a voi. Andate a letto in una camera completamente buia, stendetevi supini e assaporate il dono che state per ricevere del riposo (occhio,qui’ è dove io mi faccio fregare e mi addormento),lasciate rilassare il corpo e mantenete ben desta la mente. Durante il rilassamento puo’ darsi che i vostri arti scattino in maniera inconsueta,consideratelo un buon segno,continuate a mantenere desta la mente. A questo punto, se siete ancora svegli ,ma rilassati, potreste iniziare a sentire un sibilo, una vibrazione,che pare scorrere da un orecchio all’ altro,oppure da un emisfero cerebrale all’ altro,non vi emozionate, siete vicini al “lancio”. Dovreste, a questo punto, sentire il vostro corpo piu’ leggero, addirittura non aderire più al letto,per non rimanere a lungo in questa fase di impasse io consiglio di utilizzare la tecnica di osservare il vostro corpo steso orizzontale camminare verso l’ alto, lungo una parete immaginaria . Questo favorira’ il distacco,e quando il vostro corpo eterico sara’ sdoppiato dovrete combattere contro l’ emozione di avercela fatta. Qualsiasi eccesso vi fara’ rientrare immediatamente nel corpo e l’ esperienza andra’ ritentata in un altro sonno. Immaginate dove volete andare, senza porvi nessun limite di tempo e spazio, senza nessuna paura di non tornare, potrete farlo immediatamente, appena lo vorrete, oppure bastera’ che qualcuno o qualcosa disturbi il vostro corpo fisico,il “rientro” sara’ istantaneo. L’ esperimento probabilmente non riuscira’ la prima volta che ci provate,io stesso non ottengo viaggi frequenti,ma con la costanza, e magari con la ricerca di un sistema personale,il viaggio astrale lo possono fare tutti. In rete troverete materiale che riguarda dei particolari suoni che potrebbero indurlo, io personalmente li ho provati ma non mi sono stati utili, probabilmente ad altri possono portare benefici. Ho gia’ parlato del fatto che per perseguire questa esperienza e assolutamente necessario stare bene fisicamente ed avere l’ animo in pace. Difficilmente avrete una OBE se andate a dormire con la tosse o se avete litigato sino a 5 minuti prima con il partner. Va bene, ma non è indispensabile, una buona tecnica di meditazione che preceda il tentativo. Nella mia esperienza,i migliori viaggi si sono svolti come coronamento ad una buona giornata, con soddisfazioni personali, in cui almeno una volta, la sensazione della kundalini mi aveva già appagato con emozione.  mimmuccio *Se vuoi leggere i post precedenti sull’ argomento clicca in alto in questa pagina sul titolo “Via dal nido”,c’ e’ anche un bel video.

5 Comments

  1. Rosy
    Mag 10, 2009

    Caspita! Sarebbe proprio interessante fare un viaggio astrale, Ad essere sincera però, l’idea un pò mi spaventa!
    Avrei paura di non poter tornare!

  2. domenico
    Mag 16, 2009

    Se hai paura sara’ difficile ottenerlo.

  3. Fabrizio Casati
    Ago 15, 2009

    Ciao senti una domanda ma cosa intendi per mantenere ben desta la mente??? Cioè sono sdraiato nel letto e tento di rilassare la mente ok ….diciamo che riesco a rilassarmi, a quel punto come faccio a sapere se la mia anima è uscita dal mio corpo???
    Mi rispondi gentilmente alla email: fabrymiky@tiscali.it

    Ciao Grazie

  4. domenico
    Ago 15, 2009

    Ciao Fabrizio, come da tua richiesta, ti rispondo via mail,a presto….mimmuccio

  5. Pietro Tallarico
    Ago 21, 2010

    Salve……..ho letto la tua storia e devo dire che sono rimasto sorpreso, ma vorrei sapere una cosa ……come riesco a sapere se la mia anima è uscita dal corpo…………negli esercizi….prima che possa fare il (volo) prima di alzarmi e di andare dove voglio quale esercizi posso fare oltre a quello che hai elencato nella tua storia ??

Rispondi a domenico Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*